SOSTENIBILITA’

Il rapporto tra l’uomo e la terra, sviluppato nel tempo, ha portato alla definizione di terroir. Un termine che individua il sito viticolo con le proprie identità morfologiche, climatiche, sociali, culturali e umane. La conoscenza e il rispetto dell’ambiente ci consente di infondere nei nostri vini, sempre di più, il carattere del terroir.
Un’azienda moderna non può fare a meno della tecnologia, ma nei nostri vigneti molte lavorazioni sono eseguite nel pieno rispetto della tradizione ed estranee a ogni logica commerciale. Ai fini della qualità, operazioni come la potatura, la selezione dei germogli, la sfogliatura, il diradamento dei grappoli e la vendemmia, sono eseguite manualmente. Abbiamo inoltre scelto di abbandonare i diserbi chimici, di ridurre i trattamenti fitosanitari e di mantenere inerbiti i terreni. L’esperienza ci ha insegnato che la salubrità biologica del suolo permette alle viti di sviluppare in modo autonomo le difese contro gli agenti patogeni, reagendo spontaneamente alle avversità. Così facendo le piante sono abbastanza forti da far maturare i frutti ma non da produrre una grande massa fogliare. Lis Neris mantiene da sempre uno stretto rapporto con il vigneto e con il territorio che la circonda. Vivere in un ambiente naturale è una condizione cui non vogliamo rinunciare.

Come cantina sostenibile abbiamo stilato dieci linee guida per il rispetto del nostro ambiente:

  • 1.

    Lis Neris è una vera azienda famigliare dove la proprietà è direttamente coinvolta in tutte le fasi del processo produttivo

  • 2.

    I vini sono prodotti esclusivamente con le uve provenienti dai vigneti di proprietà e da alcuni vigneti controllati in territorio sloveno

  • 3.

    L'ambiente è valorizzato e preservato nella sua integrità controllando le emissioni di Co2 e applicando un ampio programma di sostenibilità

  • 4.

    Nei vigneti sono in uso sistemi di allevamento tradizionali, finalizzati a garantire una viticultura durabile e longeva, in grado di esaltare le caratteristiche del terroir e la capacità di invecchiamento dei vini

  • 5.

    Il rapporto con la pianta in viticultura è diverso da altri settori. Chi persegue obiettivi di qualità estrema sa che ogni vite è differente e deve essere gestita in maniera differente. Per queste ragioni le lavorazioni manuali sono fondamentali

  • 6.

    Introduzione della lotta biologica contro i parassiti della vite e abbandono dei prodotti sistemici e dei diserbi chimici

  • 7.

    L'intero complesso aziendale si trova nel centro abitato. Buona parte della cantina è interrata mentre la parte fuori terra è completamente integrata nell'ambiente circostante

  • 8.

    La cantina è progettata e costruita con l'obiettivo di agevolare al massimo i processi produttivi, il rispetto della materia prima e i suoi ritmi evolutivi

  • 9.

    L'azienda ha autonomia energetica per mezzo di un impianto fotovoltaico che raccoglie e trasforma l'energia solare

  • 10.

    Il consumatore deve essere coinvolto, con le sue scelte, nella difesa e nella valorizzazione dei principi che guidano un impegno sostenibile, attraverso l'informazione e la conoscenza